CHIESA DEL X - XII SECOLO
IL COMUNE :
 
CASA DEL VILLAGGIO

Saint-Clément-sur-Guye, piccolo villaggio di 127 abitanti, è situato a 8 km a ovest di Saint-Gengoux-le-National. Il borgo, situato all’estremità sudoccidentale della dorsale di Chalon, è costruito su un promontorio che arriva ad una altitudine di circa 400 metri sul livello del mare. Domina la valle della Guye, fiume che scorre a ovest, ad un’altezza di circa 225 m.

Saint-Clément-sur-Guye possiede importanti vestigia di periodi e caratteristiche diverse: due menhir neolitici, il tracciato di una strada romana, un cimitero merovingio. Lo sviluppo urbanistico si organizza con stradine concentriche attorno al nucleo centrale formato dalla chiesa, da un insieme di fattorie e di case. Lo stile architettonico unitario conferisce un carattere particolare a questo borgo. L’economia locale ha una vocazione essenzialmente agricola, anche se ci sono altre attività: bottega di artigianato artistico (ceramica), un maneggio con pony, ecc.

Il comune, consapevole delle sue risorse turistiche (sentieri per passeggiate a piedi e in mountain bike, area attrezzata per il parapendio, punto panoramico sulla Guye) ha predisposto presso la fattoria in prossimità della chiesa, un albergo, una cantina per la degustazione dei vini, un posto-tappa e la nuova sede del municipio. Queste strutture, adatte a rendere più dinamico il borgo e ad attirare turisti, sono le chiavi di volta per rivitalizzare questo pittoresco villaggio.

www.pierreseche.com
(sito del Centre Etudes Recherches
 Architecture Vernaculaire)


Una "cadole" restaurata
 
L’ASSOCIAZIONE :
 

L’associazione di salvaguardia e di valorizzazione di Saint-Clément-sur-Guye, all’interno del suo programma di iniziative, cerca di restaurare un vecchio mulino oggi in rovina, di cui è proprietaria. L’associazione è regolata dalla legge del primo gennaio 1901. Tra i suoi obiettivi, notiamo il sostegno ad ogni azione che tende a proteggere, a salvare e a valorizzare i monumenti che abbiano un interesse archeologico, storico o architettonico. L’associazione ha già al suo attivo diverse azioni di restauro: gli interventi si sono in particolare concentrati su vecchie costruzioni in pietra che si trovano presso le zone di vigna, denominate "cadoles" e su una casa al centro del villaggio. Realizza inoltre periodiche manifestazioni, come organizzazione di esposizioni, di conferenze o di concerti nella chiesa romanica.

Questo sito è uno spazio destinato a raccogliere fondi per il restauro del mulino Billebaud. Tali fondi sono indispensabili per finire di sovvenzionare il progetto.


La casa restaurata dell'associazione

[Indice] [Per aiutarci] [Per contattarci]
Vista sul Monte Saint-Vincent dal mulino a vento Billebaud